martedì 15 marzo 2011

Libia: Cronologia della rivolta ( Libya protest Timeline )

16 Febbraio 2011 L'ondata di proteste partite dalla Tunisia e dall'Egitto raggiunge la Libia.

23 Febbraio 2011 Comincia la repressione del colonnello Gheddafi che minaccia di trovare e uccidere i rivoltosi casa per casa. Il regime perde il controllo della parte est del paese, molti ufficiali disertano passando all'opposizione.

24 Febbraio 2011 Le forze del Regime di Gheddafi combattono in numerose città intorno a Tripoli per soffocare la rivolta. Altri ufficiali dell'esercito passano con i rivoltosi.

 25 Febbraio 2011 Scontri nella capitale Tripoli. Le forze di sicurezza aprono il fuoco su migliaia di manifestanti dopo la preghiera del venerdì.

26 Febbraio 2011 Sabato notte. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite vota una risoluzione per imporre le sanzioni economiche sulla famiglia Gheddafi e sui suoi più stretti collaboratori. Viene inoltre iniziata un indagine per crimini contro l'umanità in riferimento alla repressione attuata dal regime libico.

27 Febbraio 2011 I ribelli intensificano le operazioni militari, viene stabilito un comando unificato delle operazioni a Bengasi.

28 Febbraio 2011 Il colonnello Gheddafi lancia una controffensiva su tre fronti con l'ausilio dell'esercito l'aviazione ed i corpi speciali. Gli Stati Uniti d'America congelano il patrimonio del leader libico.

1 Marzo 2011 I ribelli chiedono all'ONU un intervento aereo contro le postazioni militari del regime.

5 Marzo 2011 Le forze del regime aprono il fuoco sui manifestanti disarmati davanti ai media internazionali. La comunità internazionale continua a discutere su un possibile intervento nella forma di una No Fly Zone.

6 Marzo 2011 Le forze leali al colonnello tengono d'assedio Zawiyah. I ribelli conquistano Ras Lanuf sede di un importante terminal petrolifero.

13 Marzo 2011 La Lega Araba chiede ufficialmente al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di imporre una no fly zone sulla Libia.

15 Marzo 2011 Il colonnello Gheddafi offre un amnistia ai ribelli in cambio della resa. Continuano i bombardamenti da parte dell'aviazione libica sulle città ad est del paese.

17 Marzo 2011 Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite approva la risoluzione 1973 che autorizza la no fly zone ed un azione militare per proteggere i civili "con ogni mezzo necessario".

19 Marzo 2011 Americani e Europei iniziano una vasta campagna di bombardamenti contro le forze armate del colonnello Muammar Gheddafi. Operazione "Odissea all'Alba" ( Odyssey Dawn ).

30 Marzo 2011 Moussa Koussa ministro degli esteri di Gheddafi fugge a Londra.

1 Aprile 2011 Mohamed Ismail, un consigliere di Seif al-Islam (figlio di Gheddafi), incontra segretamente alcuni esponenti del governo britannico.

11 Aprile 2011 Muammar Gheddafi incontra una delegazione dell'Unione Africana e accetta la loro proposta di mediazione "road map".

16 Aprile 2011 Emergono prove dell'utilizzo da parte delle forze di Gheddafi di bombe a grappolo, in particolare contro Misurata.


Vedi anche:
LIBIA ULTIME NOTIZIE
Gheddafi: Biografia





Nessun commento:

Posta un commento