mercoledì 16 febbraio 2011

Mentre a roma si discute (di Ruby rubacuori) l'economia va a rotoli.

Tutti i mezzi di informazione sono concentrati sulla vicenda del momento, la mitica inchiesta della procura di milano. Tutti i media, berlusconiani ed anti-berlusconiani, sono letteralmente ossessionati dalla vicenda e la seguono minuto per minuto. Purtroppo però capita che alcune notizie importanti vengano messe in secondo piano. Alcuni esempi:

Benzina: tutti sopra 1,5 euro
Il costo della benzina è una tassa per tutti, in quanto tutto direttamente o indirettamente si sposta su gomma. Questo fatto è doppiamente vero per l'Italia che è dotata di un sistema ferroviario ottocentesco.

Nel 2010 il Pil è cresciuto dell'1,1%
Questo dato è ovviamente positivo. Tuttavia bisogna ricordare che nello stesso periodo (2010) è peggiorata la bilancia commerciale che si è portata a -27,3 miliardi di euro. In poche parole sono usciti piu' soldi di quanti non ne sono entrati, ed il saldo è negativo.

Bankitalia: "Nel 2010 debito +4,5%"
Il dato veramente tragico è questo. Il debito pubblico è aumentato. In valore assoluto ha raggiunto i 1.843,227 miliardi di euro. In percentuale rispetto al pil si attesta al 118,6%. In estrema sintesi il nostro debito cresce piu' velocemente della nostra capacità di ripagarlo. Questa è la tragica situazione italiana.

Ma tanto l'importante non è governare bene ma trovare ogni volta la giusta arma di distrazione di massa: terremoto, immondizia, immigrati, ronde, prostitute, giudici comunisti, costituzione, "rivoluzione liberale"...




RANDOM POST



1 commento:

  1. Carissimo! Innanzitutto è onore per me essere il primo a postare un commento. Complimenti per la capacità di sintesi e la scelta degli argomenti. Continua così. Mi raccomando l'ortografia! ;-)

    RispondiElimina